login
Regione Emilia-Romagna - Assemblea Legislativa Regione Emilia-Romagna Alma Mater Studiorum - Universitą di Bologna RAI - Radiotelevisione italiana Ministero della Pubblica Istruzione
Centro Albero Manzi Foto di Alberto Manzi
Home > Alberto Manzi

Romanzi di Alberto Manzi

Orzowei


Nel 1954 Manzi scrive Orzowei e vince il Premio "Firenze" per opere inedite del Centro Didattico Nazionale. L'anno successivo lo pubblica l'editore Vallecchi di Firenze, e nel 1956 entra nel catalogo Bompiani. Nello stesso anno vince il premio internazionale "H.C. Andersen" e Orzowei viene tradotto in 32 lingue.
Isa è un orzowei, un 'trovatello' bianco abbandonato e non sapremo mai da chi - tra tribù di Zulù neri. "... qui l'escluso, l'emarginato, il deriso, l'affamato, l'insultato è un ragazzo bianco in un villaggio di neri. [...] dopo tanti... musi rossi, musi neri, musi gialli, ecco [...] un "muso bianco". Una grande trovata, Più nuova ed efficace di quando venne utilizzata dall'autore di questo libro".
[A. Faeti, dall'introduzione alla II edizione di Orzowei nella collana "I Delfini" della Fabbri Editori, Milano 2000].
Immagine di uno schermo non sintonizzato